ScopusWeb of ScienceGoogle ScholarAltri Databases
Impact Factor (IF)Eigenfactor (EI) e Article Influence (AI)Scimago Journal Rank (SJR)CiteScore, SNIP e IPPGoogle Scholar MetricsMCQ (MathSciNet)
This is the "CiteScore, SNIP e IPP" page of the "Bibliometria" guide.
Alternate Page for Screenreader Users
Skip to Page Navigation
Skip to Page Content
Università degli Studi di Trento
Sistema Bibliotecario di Ateneo

LibGuides@UNITN




Bibliometria   Tags: bibliometria, indicatori bibliometrici  

Ultimo aggiornamento: Aug 17, 2017 Indirizzo del sito: http://libguides.unitn.it/bibliometria Stampa tutta la guida RSS Updates

CiteScore, SNIP e IPP Stampa questa pagina
  Cerca: 
 
 

Accesso

CiteScoreSNIP e IPP si possono ricavare da:



 

CiteScore - approfondimenti

Q&A on CiteScore by Ludo Waltman, CWTS

 

Cosa misura CiteScore

CiteScore è un nuovo indicatore bibliometrico prodotto da Elsevier sulla base dei dati forniti da Scopus.

CiteScore calcola per una determinata rivistala la media delle citazioni ricevute in un anno (es. 2015)  dai documenti pubblicati nei tre anni precedenti (es. 2012-2013-2014).

Nel calcolo di CiteScore sono inclusi tutti i tipi di documenti  (Articoli, review articles, conference proceedings, editorials, errata, letters, notes, e short surveys), ad eccezione di quelli in stampa.

 

Cos'è il Source Normalized Impact per Paper (SNIP)

Creato da Henk Moed al Centre for Science and Technology Studies (CWTS)21 dell'Università di Leiden, SNIP misura l'impatto citazionale di una rivista mediante una ponderazione basata sul numero totale di citazioni appartenenti al contesto disciplinare di riferimento. Attribuisce quindi un valore più alto a una citazione che rientra in un settore disciplinare in cui le citazioni sono generalmente meno probabili, e viceversa.
È definito come il rapporto tra il numero di citazioni per articolo di una rivista e la capacità di attrarre citazioni del campo disciplinare d'appartenenza (Moed 2009).

 

Cos'è l'Impact per Publication (IPP)

L’Impact per Publication misura il rapporto delle citazioni in un certo anno  verso articoli accademici pubblicati nei tre anni precedenti, diviso per il numero di articoli accademici pubblicati in quegli stessi anni.

L’IPP usa una finestra citazionale di tre anni in quanto considerata ottimale per misurare con accuratezza  le citazioni nella maggior parte dei campi disciplinari.

 

Esempio di SNIP e IPP in CWTS e Scopus e di Citescore, SJR e SNIP in Scopus per la rivista "Nature"

Descrizione

Loading  Loading...

Tip