This is the "Politiche internazionali, europee, italiane" page of the "Open Access" guide.
Alternate Page for Screenreader Users
Skip to Page Navigation
Skip to Page Content
Università degli Studi di Trento
Sistema Bibliotecario di Ateneo

LibGuides@UNITN




Open Access  

Ultimo aggiornamento: May 23, 2017 Indirizzo del sito: http://libguides.unitn.it/openaccess Stampa tutta la guida RSS Updates

Politiche internazionali, europee, italiane Stampa questa pagina
  Cerca: 
 

Dichiarazioni

Budapest Open Access Iniziative (2002)
L’atto di nascita politico del movimento Open Access può essere individuato nella Budapest Open Access Iniziative, lanciata formalmente il 14 febbraio 2002. Vi si legge una prima definizione di contributo ad accesso aperto e vengono individuate le due strade da seguire per il raggiungimento degli obiettivi dell’accesso aperto (autoarchiviazione e pubblicazione in riviste OA).

Bethesda Statement on Open Access Publishing (2003)
Un’altra definizione di Open Access è quella proposta nel “Bethesda Statement on Open Access Publishing” redatto nel giungo 2003. Il Bethesda Statement riprende la definizione di “accesso aperto” della BOAI e sottolinea il ruolo dell’autore in quanto detentore dei diritti.

Berlin Declaration on Open Access to Knowledge in Sciences and Humanities (2003)
Redatta a Berlino nell’ottobre 2003, la Dichiarazione di Berlino è l’atto più formalmente impegnativo per le istituzioni e le organizzazioni che vogliono sostenere il paradigma dell’Open Access. Così come il Bethesda Statement anche la Berlin Declaration individua nel deposito delle pubblicazioni in un archivio aperto la strada da seguire per raggiungere gli obiettivi dell’Open Access.

Messina Declaration (2004)
La Commissione CRUI per le Biblioteche di Ateneo, in collaborazione con l’Università degli Studi di Messina, ha inteso promuovere la diffusione delle pubblicazioni Open Access nel sistema universitario italiano al fine di diffondere i benefici che derivano dal ricorso a forme di editoria elettronica ad accesso aperto.

Road Map Messina (2014-2018)
In occasione del decennale della Dichiarazione di Messina, gli Atenei e gli Enti di ricerca italiani intendono confermare con la Road Map 2014-2018, la loro adesione ai principi della Berlin Declaration e l’impegno a sostenere l’attuazione di politiche istituzionali volte a consolidare lo sviluppo dell’accesso aperto e a favorire le opportunità di internazionalizzazione della ricerca, nella prospettiva di assicurare ampia visibilità alla produzione scientifica italiana.

IFLA Statement on Open Access to Scholarly Literature and Resarch Documentation (2004)
L’International Federation of Library Associations and Institutions (IFLA) è stata tra le prime associazioni di biblioteche a prendere posizione a favore dell’Open Access, concependo nel 2003 e pubblicando nel 2004 l’IFLA Statement, dove enuncia sette principi a sostegno dell’accesso aperto.

      

    Finanziatori

    SCOAP : Firmato SCOAP3: ancora una volta, la comunità internazionale dei fisici è a pieno sostegno dell'Open Access

    ll 28 aprile 2017 è stato firmato l'accordo SCOAP3 tra il CERN e l'American Physical Society (APS), in base al quale gli articoli di fisica delle particelle pubblicati sulle riviste di APS "Physical Review C", "Physical Review D" e "Physical Review Letters" saranno disponibili in Open Access a partire da gennaio 2018. Tutti gli autori della comunità internazionale dei fisici potranno pubblicare i propri articoli senza costi diretti, contribuendo così al libero scambio dell'informazione scientifica senza restrizioni per l'avanzamento della scienza. La Direttrice Generale del CERN Fabiola Gianotti ha sottolineato che “[l']Open Access riflette i valori e gli obiettivi che sono stati preservati e custoditi nella Convenzione del CERN per più di sessant'anni, come ad esempio la necessità di disseminare al massimo grado i risultati della ricerca scientifica. Siamo estremamente compiaciuti della partecipazione di APS a SCOAP3, e non vediamo l'ora di accogliere nuovi partner che contribuiscano al successo dell'iniziativa a lungo termine.” Per maggiori informazioni, si veda il comunicato del CERN e dell'American Physical Society.

    Horizon 2020: il Programma Quadro europeo per la Ricerca e l'Innovazione (2014 - 2020) 
    Horizon 2020 è il nuovo Programma del sistema di finanziamento integrato destinato alle attività di ricerca della Commissione europea, compito che spettava al VII Programma Quadro, al Programma Quadro per la Competitività e l'Innovazione (CIP) e all'Istituto Europeo per l'Innovazione e la Tecnologia (EIT). Il nuovo Programma sarà attivo dal 1° gennaio 2014 fino al 31 dicembre 2020, e supporterà l'UE nelle sfide globali fornendo a ricercatori e innovatori gli strumenti necessari alla realizzazione dei propri progetti e delle proprie idee.

    https://ec.europa.eu/programmes/horizon2020/sites/horizon2020/files/FactSheet_Open_Access.pdf

    OpenAIRE

    OpenAIRE è un progetto europeo finalizzato alla creazione di una infrastruttura digitale e di meccanismi di sostegno per l'identificazione, il deposito, il monitoraggio e l'Accesso Aperto al testo completo degli articoli scientifici finanziati dall'interno del progetto pilota sull'Open Access del VII Programma Quadro (FP7) e dall'ERC - European Research Council. Nell'ambito di questo Progetto Pilota, i ricercatori di sette aree disciplinari (Energia, Ambiente, Salute, ICT, Infrastrutture di Ricerca, Scienze Socio-Economiche e Umanistiche, Scienza e Società) sono tenuti a depositare i risultati delle loro ricerche finanziate dal Settimo Programma Quadro (FP7) attraverso articoli peer reviewed o manoscritti finali in repositories istituzionali ad accesso aperto.
    Lo scopo di OpenAIRE è quello di creare una infrastruttura digitale e di meccanismi di sostegno per l'identificazione, il deposito, il monitoraggio e l'Accesso Aperto al testo completo degli articoli scientifici finanziati dall'interno del Progetto Pilota sull'Open Access del Settimo Programma Quadro (FP7) e dall'ERC - European Research Council. OpenAIRE intende inoltre esplorare la possibilità di creare gli stessi servizi sui dati scientifici grezzi e derivati. Di seguito alcuni link per approfondire il progetto, le politiche e le infrastrutture tecnologiche.

    https://www.openaire.eu/h2020openaccess/

    https://www.openaire.eu/services-factsheets

    https://blogs.openaire.eu/

    https://www.openaire.eu/newsletter/view

    http://www.slideshare.net/OpenAIRE_eu

     

    European Research Council (ERC)
    Lo European Research Council (ERC) è l'organismo dell'Unione europea che finanzia i ricercatori di eccellenza che intendono svolgere attività di ricerca di frontiera negli Stati membri dell’UE o nei paesi associati. Il Consiglio Scientifico è l'organo direttivo dell'ERC, definisce le strategie scientifiche, gli strumenti di finanziamento, le metodologie di valutazione; l'ERCEA implementa e applica tali strategie nella gestione operativa delle attività dell'ERC.

    L’ERC intende:

    • sostenere il lavoro dei migliori ricercatori europei in tutti i settori scientifici, tecnici e accademici e mettere l’eccellenza al centro della ricerca europea;
    • promuovere la ricerca di frontiera avviata interamente su iniziativa dei ricercatori con un approccio "bottom-up”.

    http://erc.europa.eu/about-erc/organisation-and-working-groups/working-groups/working-group-open-access
    Open Access Guidelines for researchers funded by the ERC

    MIUR

    Il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca fornisce informazioni sui principali programmi di supporto alla Ricerca.

    Programma SIR 2014
    Futuro in ricerca
    FIRB – Fondo per gli investimenti della Ricerca di Base
    PNR (Piano Nazionale della Ricerca)

        
      Descrizione

      Loading  Loading...

      Tip