Salta al contenuto principale
Sembra che tu stia utilizzando Internet Explorer 11 o versioni precedenti. Questo sito Web funziona al meglio con i browser moderni come le ultime versioni di Chrome, Firefox, Safari e Edge. Se continui con questo browser, potresti vedere risultati imprev
Biblioteche UniTrento
Biblioteche UniTrento

LibGuides@UNITN




Equità & diversità: Per una società aperta

Una guida per orientarsi nelle risorse sulle tematiche delle diversità sociali e sulle eque opportunità.

Scienza aperta per una società aperta e inclusiva

“L’elevato dinamismo che caratterizza la società contemporanea colloca l’informazione in posizione centrale, attribuendole il ruolo di risorsa strategica che condiziona l’efficienza dei sistemi, divenendo fattore di sviluppo sociale ed economico, di crescita e di ricchezza culturale.” [continua] (Voce: Società dell’informazione, di Giorgio Sirilli - Enciclopedia della Scienza e della Tecnica, 2008)

Per questo l’accesso all’informazione diventa un fattore chiave per una società inclusiva e partecipativa.

“La scienza vive un tornante fondamentale della sua storia. Mai come in questo momento storico essa appare gigantesca e potente, ma allo stesso tempo manifesta profonde fragilità: la concentrazione del potere di controllo dell’informazione in capo a pochi gruppi commerciali, l’iniquità di un sistema che avvantaggia i Paesi sviluppati, la compressione dell’autonomia da parte del potere politico ed economico, la precarizzazione dei giovani ricercatori, la crescita dei casi di frode e di violazione dell’etica, la messa in discussione della sua autorevolezza da parte di una porzione del pubblico”.

(Caso, R. (2017). Scienza aperta, Opens science)

Ci sembra allora opportuno dedicare questa pagina al movimento dell'Open Access e ad Aaron Swartz, un giovane genio dell'informatica che ha creduto fortemente nella necessità di condividere il sapere per un reale progresso dell'umanità intera, pagando molto caro per i suoi ideali.

Open Access in UniTrento

http://r.unitn.it/it/ateneo/open-access

“Open Access” (OA) è il termine comunemente utilizzato per indicare un movimento che promuove la libera circolazione e l’uso non restrittivo dei risultati della ricerca e del sapere scientifico.

Libguide sull'Open Access

Digital divide

Il divario digitale o digital divide è il divario esistente tra chi ha accesso effettivo alle tecnologie dell'informazione (in particolare personal computer e internet) e chi ne è escluso, in modo parziale o totale. I motivi di esclusione comprendono diverse variabili: condizioni economiche, livello d'istruzione, qualità delle infrastrutture, differenze di età o di sesso, appartenenza a diversi gruppi etnici, provenienza geografica. Oltre a indicare il divario nell'accesso reale alle tecnologie, la definizione include anche disparità nell'acquisizione di risorse o capacità necessarie a partecipare alla società dell'informazione. [continua]

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

 

L’Italia dei mille “divide”: le cause del ritardo digitale (e possibili soluzioni)

(pubbl. 24/05/2017)

Keywords

Copyright; Digital Divide; Intellectual Property; Open Access; Open Science

Disponibili online

Ragnedda, M. & Ruiu, M. L. (2020). Digital capital : a bourdieusian perspective on the digital divide . Emerald Publishing.

COVID-19 and Broadband: Potential Implications for the Digital Divide (IN11239). (2020).

Culbertson, S. (2019). Crossing the digital divide : applying technology to the global refugee crisis . RAND.

Herb, U. & Schöpfel, J. (2018). Open divide : critical studies on open access . Library Juice Press.

Hodgkinson-Williams, C. & Arinto, P. B. (2017). Adoption and impact of OER in the Global South . African Minds.

Link utili

Progetti

Alle origini dell'Open Access: Aaron Swartz

Guerilla Open Access Manifesto

Information is power. But like all power, there are those who want to keep it for themselves. The world's entire scientific and cultural heritage, published over centuries in books and journals, is increasingly being digitized and locked up by a handful of private corporations […]

There are those struggling to change this. The Open Access Movement has fought valiantly to ensure that scientists do not sign their copyrights away but instead ensure their work is published on the Internet, under terms that allow anyone to access it […]

With enough of us, around the world, we'll not just send a strong message opposing the privatization of knowledge — we'll make it a thing of the past. Will you join us?

Aaron Swartz

July 2008, Eremo, Italy

leggi tutto

 

 

 

Parrella, Bernardo and Zanni, Andrea, eds. (2014) AARON SWARTZ (1986 – 2013). Una vita per la cultura libera e la giustizia sociale. self-published

ABTRACT: Ebook italiano di tributo ad Aaron Swartz pubblicato nel primo anniversario della sua morte (11 gennaio 2013). Curato da Bernardo Parrella e Andrea Zanni, l’ebook include la traduzione di alcuni suoi post, riflessioni e interventi, più diversi articoli e scritti di amici e attivisti, oltre a materiali su open access/free culture e un’ampia sezione di link e risorse di approfondimento

URL: https://archiviomarini.sp.unipi.it/569/